La donna-che-genera

Percorsi di riflessione e ricerca sul nascere

A cura di Gabriella Falcicchio.

13 voci scrivono della donna, del suo corpo, della nascita. Della storia di oppressione che l’ha vista e la vede ancora bersaglio e del desiderio di ritessere in modo liberante le trame di quella storia con l’energia e la potenza di tutti i travagli, di tutte le nascite.
Il testo rappresenta un incipit, il sì a un impegno volto a ravvivare l’attenzione per quei mesi e quelle ore che possono cambiare il destino dei singoli e della civiltà, a rinfocolare l’interesse sul “domani sperabile” che si apre in ogni nascita rispettata, coinvolgendo sia chi opera da professionista sia ogni persona toccata da questo evento mirabile che è il nascere. Ogni essere venuto alla vita.

Gabriella Falcicchio è ricercatrice nel Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, dove insegna Pedagogia interculturale e Pedagogia della Comunicazione. I suoi filoni di ricerca e le sue attività di formatrice sono legate alla tradizione di pensiero nonviolenta, con particolare riferimento ad Aldo Capitini, al periodo perinatale, alla nascita e alle dinamiche di genere, al rapporto con i viventi e agli stili di vita ecologici.

Pagine 336, euro 18

Acquista una copia nel sito dell’editore.